Comunità , il Fondatore e la Benedizione Apostolica



La Comunità Servi della Parola nasce per grazia di Nostro Signore nel 2005,  fondata dal Diacono Andrea Busiello, con la collaborazione di Alberto Iannacchino Coordinatore della stessa. 
La Comunità fà parte del Rinnovamento Carismatico Cattolico e aderisce all'associazione cristiana Iniziativa di Comunione.
La nostra è una Comunità di adorazione e lode che si riunisce settimanalmente il venerdì nella Parrocchia S. Francesco d'Assisi ai Romani Sant' Anastasia dopo la Santa Messa. 
Il Rinnovamento carismatico è vivere l'esperienza della Pentecoste. E' un tuffarsi nel proprio battesimo per prenderne coscienza e vivere una vita coerente con Cristo. E' una relazione personale con Cristo accettato come Signore che trasforma la nostra vita, così che non sarà più un Gesù in mezzo a noi ma un Gesù dentro di noi, portando gioia pace e amore. E' la riscoperta dello Spirito Santo che ci vuole rinnovare con i suoi doni e i suoi carismi. E' la scoperta della preghiera di lode e adorazione di chi ha sperimentato l'amore di Dio e lo ringrazia con il cuore con una gestualità che coinvolge tutta la persona. E' sperimentare un crescente amore per la parola di Dio capace di convertire realmente il nostro cuore e produrre un reale cambiamento di vita. E' una sensibilizzazione all'uso dei carismi quali sono i carismi di guarigione di profezia di canto e preghiera in lingue. Tutti possono aderire alla nostra comunità, ognuno dei gruppi ha uno svolgimento diverso spontaneo non preparato perchè diversi e molteplici sono i carismi ma la nota spontanea in questi incontri è la preghiera che è spontanea, libera semplice e originale. Persone di ogni età, cultura, carattere e condizione sociale diverse si troveranno insieme a pregare il Signore in una comunione di mente e cuore mai sperimentata prima. Persone che prima si sentivano estranee e distanti tra loro, tipi chiusi e timidi diventano loquaci aperti e sorridenti. Ecco come entra in azione lo Spirito Santo, ci si saluta con parole affettuose sorrisi e abbracci sinceri ed un caldo benvenuto per chi partecipa per la prima volta.
Gli incontri si svolgono sotto la guida di più persone che sono là non per primeggiare ma per servire. Il loro compito è quello di incoraggiare tutti a parlare e manifestare i propri sentimenti le proprie situazioni difficili le proprie difficoltà. Inizia con un canto di Lode al Signore al termine del quale si può manifestare i propri sentimenti  di lode, adorazione e ringraziamento al Signore Gesù con parole semplici spontanee suscitate dallo Spirito Santo con le mani alzate in segno di offerta ed accoglienza dei doni dello Spirito invocato.
Le preghiere sono intervallate da canti e preghiere. 
Durante l'incontro c'è la lettura della Parola di un brano evangelico condiviso e meditato da ognuno in modo personale o comunitario come si desidera. L'incontro si conclude con la preghiera d'intercessione per i fratelli e di quanti hanno richiesto preghiere. Sono molte le testimonianze di un deciso cambiamento di vita in positivo, la pace e la gioia di Nostro Signore Gesù Cristo prende dimora nell'animo dei fedeli.
                                  
                                                                                          
                                                                        Alberto Iannacchino



  Il Fondatore e la Benedizione Apostolica 





Diacono Andrea Busiello


Andrea Busiello, nato a Sant' Anastasia (NA), Italia 
il 04 Novembre 1941, 
 sposato con  Francesca Iazzetta .
La  loro unione è stata benedetta
dalla nascita di quattro figli:
Francesco, Lucia, Lisa e Gabriella. 
Andrea ha studiato teologia presso 
Istituto Superiore Di  Scienze Religiose 
“Giovanni Duns Scoto” in Nola . 
 Diacono permanente della Diocesi di Nola.

E' stato ordinato Diacono  nella Parrocchia 
di S. Maria La Nova in Sant'Anastasia (NA) 
il 03 /05/1995 
da  + Eccelleza Rev. Mons. Umberto Tramma.

Ha raggiunto la casa del Padre il 21 agosto 2016, 
lasciando, a tutti coloro che hanno avuto la fortuna di  conoscerlo,
una testimonianza di vita cristiana che tutto perdonava, tutto scusava;
sempre pronto a farsi compagno di nella gioia e nel dolore dei fratelli con cui condivideva gioiosamente il proprio tempo e la propria Fede.

 Vogliamo salutare il nostro caro Andrea affidandolo al Signore 
e  lo facciamo con le parole di Sant'Agostino:

" Non ti chiediamo perchè ce lo hai tolto 
ma ti ringraziamo per avercelo donato." 

Arrivederci Andrea, caro amico, 
ci ritroveremo un giorno riuniti nel grande Amore di Dio Padre. 


Salmo 22



Il Signore è il mio pastore: non manco di nulla.

Su pascoli erbosi il Signore mi fa riposare,
ad acque tranquille mi conduce.
Mi rinfranca, mi guida per il giusto cammino,
per amore del suo nome.

Se dovessi camminare in una valle oscura,
non temerei alcun male, perché tu sei con me.
Il tuo bastone e il tuo vincàstro
mi dànno sicurezza.

Davanti a me tu prepari una mensa
sotto gli occhi dei miei nemici;
cospargi di olio il mio capo.
Il mio calice trabocca.

Felicità e grazia mi saranno compagne
tutti i giorni della mia vita,
e abiterò nella casa del Signore
per lunghissimi anni.




Dal libro della Sapienza 3, 1-9

Dio gradisce i giusti come un olocausto.
Le anime dei giusti sono nelle mani di Dio,
nessun tormento le toccherà.
Agli occhi degli stolti parve che morissero;
la loro fine fu ritenuta una sciagura,
la loro dipartita da noi una rovina,
ma essi sono nella pace.
Anche se agli occhi degli uomini subiscono castighi,
la loro speranza è piena di immortalità.
In cambio di una breve pena
riceveranno grandi benefici,
perché Dio li ha provati
e li ha trovati degni di sé;
li ha saggiati come oro nel crogiuòlo
e li ha graditi come un olocàusto.

Nel giorno del loro giudizio risplenderanno;
come scintille nella stoppia, scorreranno qua e là.
Governeranno le nazioni, avranno potere sui popoli
e il Signore regnerà per sempre su di loro.
Quanti confidano in lui comprenderanno la verità;
coloro che gli sono fedeli vivranno presso di lui nell'amore,
perché grazia e misericordia sono riservate ai suoi eletti.

Parola di Dio.




La morte non è niente.



La morte non è niente.

Non conta.

Io me ne sono solo andato nella stanza accanto.

Non è successo nulla.

Tutto resta esattamente com’era.

Io sono io e tu sei tu e la vita passata

che abbiamo vissuto così bene insieme

è immutata, intatta.

Quello che siamo stati l’uno per l’altro,

lo siamo ancora.

Chiamatemi con il mio vecchio nome.

Parlate di me con la facilità che avete sempre usato.

Non cambiate il tono della vostra voce.

Non assumete un’aria forzata di solennità o di dolore.

Ridete come abbiamo sempre riso

degli scherzi che facevamo insieme.

Sorridete, pensate a me e pregate per me.

Fate che il mio nome rimanga per sempre

quella parola familiare che è stata.

Pronunciatelo senza sforzo,

senza che diventi l’ombra di un fantasma.

La vita significa tutto ciò che ha sempre significato.

È la stessa che è sempre stata.

C’è una continuità assoluta, ininterrotta.

Cos’è questa morte se non un incidente insignificante?

Perché dovrei essere lontano dal vostro cuore

dal momento che non sono con voi?

Vi sto soltanto aspettando da qualche parte,

molto vicino, appena svoltato l’angolo.

Va tutto bene.



Sant’Agostino





Se mi ami non piangere!



Se tu conoscessi il mistero immenso del cielo dove ora vivo,

se tu potessi vedere e sentire quello che io vedo e sento

in questi orizzonti senza fine,

e in questa luce che tutto investe e penetra,

tu non piangeresti se mi ami.

Qui si è ormai assorbiti dall’incanto di Dio,

dalle sue espressioni di infinità bontà

e dai riflessi della sua sconfinata bellezza.

Le cose di un tempo sono così piccole e fuggevoli

al confronto.

Mi è rimasto l’affetto per te:

una tenerezza che non ho mai conosciuto.

Sono felice di averti incontrato nel tempo,

anche se tutto era allora così fugace e limitato.

Ora l’amore che mi stringe profondamente a te,

è gioia pura e senza tramonto.

Mentre io vivo nella serena ed esaltante attesa

del tuo arrivo tra noi,

tu pensami così!

Nelle tue battaglie,

nei tuoi momenti di sconforto e di solitudine,

pensa a questa meravigliosa casa,

dove non esiste la morte, dove ci disseteremo insieme,

nel trasporto più intenso alla fonte inesauribile

dell’amore e della felicità.

Non piangere più, se veramente mi ami!



Sant’Agostino
Ad Andrea

Ho conosciuto il Diacono Andrea Busiello nel 2000 quando fu affiancato al Parroco della Parrocchia del Sacro Cuore di Pontecitra in Marigliano (NA) di cui facevo parte .



Allora egli era nel Rinnovamento dello Spirito e di lui ricordo che ammiravo la tenacia che metteva tutto ciò che faceva.



A volte eravamo in disaccordo su alcune cose ma, alla fine, trovavamo sempre un’intesa su ciò che c’era da fare.

Con lui ho trovato subito uno speciale feeling .

Così, animando già in parrocchia con la chitarra le celebrazioni, abbiamo deciso di formare il gruppo del Rinnovamento parrocchiale, percorrendo insieme varie tappe  che ci hanno portato alla nascita della Comunità Servi della Parola.

Ricordo che un giorno ha espresso il desiderio di creare un gruppo carismatico che facesse parte di Iniziativa di Comunione a carattere nazionale; ci incontrammo per decidere il nome da dare al  gruppo.

Diceva sempre:- Dobbiamo portare la Parola del Signore agli altri.

Ed ecco l’illuminazione:- Lo chiameremo “Servi della Parola”!

Abbiamo iniziato insieme ed il gruppo è andato man mano crescendo,  con giovani e adulti. 

Ha sempre voluto che io fossi al suo fianco, come poi è stato .

Fra gli altri suoi pregi continuava ed essere la tenacia ciò che mi colpiva in lui: perseguiva i suoi obiettivi senza mai arrendersi.

Ogni volta che era spostato in una Parrocchia diversa, nasceva il gruppo della Comunità’, a Brusciano, a Sant’Anastasia e ai Romani.

Non sono mancati gli incontri nazionali a Fiuggi ai quali partecipavamo con entusiasmo, insieme ai membri della Comunità, organizzandoci di buon mattino con le auto.

Andrea sempre lì a incoraggiarci e spronarci, come per  la preparazione a ricevere l’Effusione dello Spirito,  a cui lui teneva in modo particolare, desiderava infatti che a nessuno mancasse un sovrappiù dello Spirito di Dio.

Chiudo con una frase che lui soleva sempre dire:

“Nella vita ci sono quelli con l’impermeabile e quelli senza, i primi si fanno scivolare tutto addosso senza che la Parola li tocchi trasformandoli dall’interno; i secondi sono quelli che prendono a cuore ogni Parola che esce dalla bocca del Padre e la mettono in pratica .

E noi a quale categoria apparteniamo?”

Preghiamo il Signore affinché ciò che Andrea ha seminato possa portare quei frutti di Vita Eterna per cui ha speso la sua vita al servizio di Dio e dei fratelli.



Alberto Iannacchino 


La Benedizione Apostolica

Rinnovamento Carismatico Cattolico Iniziativa di Comunione
“Comunità Servi della Parola”

Il Fondatore Andrea Busiello
Diacono permanente Diocesi di Nola
Via Pomigliano n. 13
                      c.a.p. 80048 Sant’Anastasia (NA)
Tel. 081 5306732   Cell. 3286288982
 
Congratulazione Santo Padre,

mai come in questo momento ci sentiamo

parte di un unico popolo di Dio, uniti in

un unico abbraccio del Padre, nel Padre.

Il Signore protegga Lei, Papa Francesco,

l'Argentina che lo ha generato, cresciuto

e formato per questo Divino Ministero,

ed  in noi umili fedeli, tutta la Santa Chiesa.

Il Signore La benedica e sia Luce ai Suoi passi.

Auguri a Lei, Papa Francesco, e a tutti noi che

abbiamo un Santo Papa, Servo fra tutti i servi.

Amen

                                                                           Il Fondatore Andrea Busiello
                                                                                                   Diacono permanente Diocesi di Nola